top of page

Quando la mente ci presenta il "signor sconforto

Perdersi nelle periferie della mente… Si può capitare…

Può capitare la reiterazione di qualcosa che ti faccia male. Un giudizio verso te stessa o te stesso che ha un suono molto “familiare”..

Può accadere la paura dello smarrimento, di sentirsi persi, non sapendo dove andare in questa oscura “periferia mentale”..

Eppure in quel momento l’esperienza é quella, null’altra...e se si cerca il sole tra le nuvole, quando in realtà coperto da nere nubi, la sofferenza aumenta.

Vuoi qualcosa che in quell’istante non c’è, e ti metti a fare il braccio di ferro con il momento presente non ascoltando ed accogliendo ciò che c’è..

E ciò che in realtà c’è è li per essere finalmente ascoltato ed accolto.

E’ un po' come avere in casa un triste cantante neomelodico che canta e te fai finta di non sentirlo.. e quello per ripicca canta ancora più forte… (chissà se ho reso l’esempio).

Scrivo tutto ciò perché questo capita anche a me…

Certe volte delle situazioni che credevo di “aver risolto”...escono dalla porta e dopo tanto tempo rientrano dalla finestra…

Rientrano a braccetto con il “signor sconforto” e la proposta di metterti sotto braccio insieme a lui per una nuova e triste danza é molto allettante.

In verità ci vuole molta santa pazienza, poiché sovente accadrà che aderirai a questa triste proposta.

Ma andando avanti nel cammino vedrai sempre più spesso l’inganno e il solo vederlo te lo farà finalmente accogliere, trasformandolo in esperienza e luce per la Consapevolezza.

..E in te l’umana umiltà e la compassione si faranno sempre più spazio.



Il 26 Aprile con la mia cara maestra Marina Borruso apriremo la seconda edizione del programma online UN TUFFO NELLA LUCE. Vi aspettiamo a mille braccia aperte: http://www.marinaborruso.net/.../1536-un-tuffo-nella-luce-2

11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page