top of page

Certi propri lati umani che non vorresti vedere o ascoltare

…Poi vi sono certi propri lati umani che non vorresti vedere o ascoltare. Parlano attraverso pensieri ripetitivi e più nel profondo attraverso delle sensazioni fisiche.

Questi lati umani chiedono solo un ascolto accurato e gentile. Certe volte sono tipo le grida di un bambino che vuole attenzione.

Proprio ieri osservavo una ragazzina di due anni che gironzolava tra i propri famigliari gridando e piangendo.

Era quasi ignorata e immersa in un “adulto fare frenetico” che non ascoltava. Solo dopo un po', una delle persone si accorse del suo pianto e gli prestò gentilmente attenzione, lei smise di piangere e si calmò.

Spesso anche in me qualcosa si muove in simil modo a quella bambina che piange, e più mi precipito nel fare per non ascoltarla più lei cresce e muove altri pensieri di lamentela e di giudizio.

Spesso questa attenzione o mancanza di ascolto viene attribuita fuori a qualcuno che non ci ascolta, allora ben sappiamo su chi rivolgere l’accumulo di pensieri lamentosi e giudicanti: ”Prendi tu questo carico per me”.

Oggi approfitto di questo post per ricordare di fermarmi ad ascoltare, ricordami che gli altri non possono farsi carico del mio non ascolto e che se qualcosa nel profondo alza la voce é solo perché vuole essere sciolta e liberata, un po' come si scioglie il miele in una bevanda calda in un fresco mattino di autunno.

Buona giornata e buon ascolto -Ale



5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page