top of page

Essere nel Presente è un po' come fiorire


Lo percepisci fisicamente poiché nasce da dentro un profondo senso di completezza e di quiete.

…E non devi fare nulla per essere completa o completo… Quello del fare per completarsi è un vecchio luogo comune ereditato.

In quell’istante di Consapevolezza ( e non importa quanto duri), percepisci che sei la semplicità fatta persona.

Ed allora guardi tutto ciò che ti circonda con profonda gratitudine e riverenza. Ma anche con un profondo senso del rispetto. Che sia questo anche un umile oggetto.

Nulla è escluso ma al contrario tutto è incluso. E’ uno stato essenziale e vitale che puoi vedere nei bambini, lo puoi notare nei loro occhi puri e colmi di curiosità.

Ed allora è vera quella frase che diceva: “chiunque diventerà piccolo come questo bambino, sarà il più grande nel regno dei cieli.”

Ma è importante non fare di tutto ciò un idea…( come spesso ho umanamente fatto). E’ fondamentale sentire fisicamente questa esperienza che in verità è il nostro stato naturale.

Allora quando si affaccia la mente galoppante colma di paura, rabbia, gelosia, invidia, frenesia...e chi più ne ha più ne metta..(ansi meglio di no) fermati sul respiro e stai.

E’ un profondo atto di amore verso te stessa e te stesso, ma anche verso l’intera umanità. Forse questa è l’unica vera via per un nuovo mondo.

Buon Equinozio di primavera Cari, colmo di fioritura




Con la mia Cara Maestra Marina Borruso vi aspettiamo nello stupendo programma online UN TUFFO NELLA LUCE: http://www.marinaborruso.net/.../1527-un-tuffo-nella-luce

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page